Musei Capitolini

facilitated menu

skip to:
content. search, section. languages, menu. utility, menu. main, menu. path, menu. footer, menu.

Home > News
Share |
Release date: 04/15/2014

Dal 24 aprile al 4 maggio gli "invasori digitali" avranno diritto all'ingresso ridotto.

Migliaia di “invasori”, armati di tablet, smartphone e del desiderio di diffondere la bellezza del patrimonio culturale italiano, si danno appuntamento, dal 24 aprile al 4 maggio, per la seconda edizione di “Invasioni digitali”. E il Sistema dei Musei Civici - promosso da Roma Capitale,Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolinaai Beni Culturali con la gestione di Zètema Progetto Cultura – accoglie anche quest’anno l’iniziativa con entusiasmo offrendo l’accesso con biglietto ridotto a coloro che aderiscono attraverso il sito     www.invasionidigitali.it.

Lo scopo della manifestazione è mostrare in maniera nuova il patrimonio storico, artistico e culturale italiano attraverso internet e i social media, favorendo una fruizione più diretta e partecipata di musei e luoghi d'arte e cultura. Gli “invasori” del Sistema Musei Civici potranno documentare l’invasione facendo foto (senza flash e senza l'ausilio di cavalletti o treppiedi) e condividendole su Facebook, Instagram e Twitter  utilizzando l’hashtag ufficiale della manifestazione     #invasionidigitali e inserendo @museiincomune.

Gli organizzatori delle invasioni programmate nel Sistema dei Musei Civici di Roma dovranno inviare la lista dei partecipanti con messaggio privato sulla pagina Facebook Musei in Comune Roma almeno 24 ore prima dell’evento.

Musei in Comune Roma è su:

Facebook:     https://www.facebook.com/MuseiInComuneRoma 

Twitter:     https://twitter.com/museiincomune

Pinterest:     http://pinterest.com/museiincomune/

Foursquare:    https://it.foursquare.com/museiincomune

Instagram:    http://instagram.com/museiincomuneroma

Release date: 03/18/2014

Con i suoi 48.000 followers, l’account Twitter @museiincomune - gestito da Zètema Progetto Cultura per conto di Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolina - è il primo profilo museale italiano. Per questo motivo è stato invitato a partecipare alla #MuseumWeek, la prima edizione della settimana dei musei ideata da Twitter che si svolgerà dal 24 al 30 marzo e coinvolgerà i più prestigiosi musei europei, creando tra loro importanti sinergie e, allo stesso tempo, avvicinandoli ulteriormente al pubblico.

La #MuseumWeek su Twitter è un progetto senza precedenti pensato per diffondere nuovi contenuti, mostrare il dietro le quinte della vita museale ed interagire con il pubblico seguendo un tema diverso ogni giorno, sempre utilizzando l’hashtag #MuseumWeek.

Una settimana di "open day" virtuali che seguirà questo calendario:

- lunedì 24 marzo Un giorno nella vita del museo (#DayInTheLife)
  Cosa succede nei musei quando sono chiusi al pubblico?
- martedì 25 marzo Metti alla prova la tua conoscenza (#MuseumMastermind)
  Domande, quiz e indovinelli per mettersi alla prova
- mercoledì 26 marzo Racconta la tua storia (#MuseumMemories)
  I musei preferiti, le visite memorabili: visitatori e appassionati raccontano
- giovedì 27 marzo Edifici dietro l'arte (#BehindTheArt)
  Aneddoti, storie e segreti dei musei
- venerdì 28 marzo Chiedi all’esperto  (#AskTheCurator)
  Tutte le curiosità e le domande più difficili per mettere alla prova gli esperti
- sabato 29 marzo MuseumSelfies (#MuseumSelfies)
  Autoscatti con capolavoro
- domenica 30 marzo I limiti incoraggiano la creatività  (#GetCreative)
  Il pubblico è invitato a partecipare mettendo in gioco inventiva e voglia di raccontare

Fra i musei coinvolti a livello europeo: la Tate Modern Gallery (@Tate), Leeds Cultural Institutions (@LeedsMuseums), il Museo del Louvre (@MuseeLouvre), il Museo d’Orsay (@MuseeOrsay), il Chateau de Verasailles (@CVersailles), il Museo del Prado (@museodelprado), la Fundación Dalí (@MuseuDali), Museo Picasso (mPICASSOm) e il Reina Sofía (@museoreinasofia). In Italia, oltre al Sistema Museale di Roma Capitale (@museiincomune) partecipano: il Museo del Novecento (@museodel900), il Museo delle Scienze di Trento (@MUSE_Trento) e Palazzo Madama di Torino (@palazzomadamato).

Per Musei in Comune sarà una nuova opportunità di fare rete ed interagire col pubblico in un’ottica sempre più incentrata sulla comunicazione digitale. Infatti, il mondo web e social di Musei in Comune cresce giorno dopo giorno arricchendosi di contenuti sempre nuovi e i numeri testimoniano il gradimento del pubblico:

- 2.444.137 i visitatori del portale www.museincomuneroma.it e i siti museali ad esso legati (tutti disponibili in 4 lingue: italiano, inglese, francese e spagnolo) pari al 10,5% in più rispetto all’anno precedente
- 187.500 “mi piace” su Facebook (+104% rispetto 2012), 48.000 followers su Twitter (+41% rispetto 2012), 625 iscritti al canale Youtube, 6.433 foto caricate su Flickr, 420 seguaci su Instagram.
- 34.000 iscritti al servizio di newsletter mensile che informa sulle attività di tutti i musei del circuito.

Dal 2008 Musei in Comune svolge attività di social networking non solo per lanciare gli eventi, le mostre e le attività dei musei ma anche per raccontarli, ad esempio diffondendo opere più o meno conosciute e contestualizzandole, lanciando curiosità, anticipazioni, notizie in tempo reale e backstage per ingaggiare rapporti con il pubblico, raccontando storie e curiosità. Tramite i diversi canali vengono anche diffusi nuovi contenuti come i video di approfondimento, le cartoline e i contest realizzati per le mostre, #BeMyValentine per il giorno di San Valentino, Strike a pose per la giornata del #MuseumSelfie, #followamuseum per entrare in rete con le altre istituzioni museali del mondo. Musei in Comune ha anche partecipato attivamente alle Invasioni digitali e alla #NotteBiancaTw, la Notte Bianca della cultura su Twitter elaborando contenuti specifici.

Release date: 03/05/2014

Art celebrates women: March 8 at the Museum is an initiative of the ’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali of Roma Capitale to celebrate March 8, International Women's Day. All women are granted free admission in the Rome's civic museums managed by Zètema Progetto Cultura. The offer is valid both for the permanent collection and for temporary exhibitions.
 
Rome's civic museums include:
Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell'Ara Pacis, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo delle Mura, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Museo di Roma, Museo Napoleonico, Galleria d'Arte Moderna, MACRO, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia and Museo Civico di Zoologia.

Release date: 10/29/2013

E’ stata inaugurata, (25 ottobre) alla presenza dell’ambasciatore della Repubblica dell’Azerbaigian S.E.  Vaquif Sadikov, del Sindaco di Roma, Ignazio Marino e del Sovrintendente ad interim Claudio Parisi Presicce, la Sala dei Filosofi di Palazzo Nuovo dei Musei Capitolini, nella sua rinnovata veste dopo i lavori di restauro che negli ultimi sei mesi hanno interessato 23 rilievi architettonici, a carattere ornamentale, sacro e funerario e 5 busti-ritratto d’epoca romana.
L’ambasciatore ed il Sindaco, dopo il taglio del nastro, hanno posto l’accento sull’ottimo livello delle relazioni tra i due Paesi annunciando la volontà di proseguire nel cammino intrapreso di reciproca, fattiva collaborazione nel campo dell’arte.
L’intervento di restauro, rivolto alla conservazione e, ancor più, alla migliore conoscenza e  fruizione, è stato reso possibile grazie alla generosa offerta di 110.000 euro da parte dell’Ambasciata dell’Azerbaigian, per conto della Fondazione Heydar Aliyev, da anni impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale nazionale ed internazionale.
Il progetto di restauro ha perseguito con grande determinazione un importante obiettivo: quello di  realizzare un restauro innovativo che per la prima volta mettesse in luce e distinguesse con chiarezza  le parti originali dai restauri sia settecenteschi sia successivi, attraverso un recupero totale delle finiture originarie, consentendo così anche ad occhi non esperti di poter distinguere i nuclei originali dalle apposizioni ed integrazioni successive.  Le varie fasi dell’intervento hanno gettato una nuova luce sulla vita delle stesse opere d’arte fornendoci informazioni, oltre che di natura storica, anche di carattere museologico e museografico. Al termine dei lavori anche la percezione dell’insieme appare cambiato: i rilievi, frammenti antichi e integrazioni appaiono nell’autenticità dei materiali in cui sono realizzati: marmo, stucchi, marmi policromi, creando così un’efficace e nuova alternanza cromatica.
L’accurato lavoro compiuto dalle restauratrici del Consorzio CONART ha  dunque permesso di comprendere al meglio la qualità e la storia dei singoli rilievi, rivelando particolari fin qui inediti.
In un rilievo di  una fronte di sarcofago, ad esempio,  il restauro ha evidenziato come nel precedente restauro settecentesco le due figure laterali mancanti erano state sostituite con altre realizzate in terracotta, dipinte a finto marmo ad imitazione della superficie originale.
Ha trovato conferma la grande importanza della serie proveniente dalla chiesa di San Lorenzo fuori le mura, dove si trovavano fin dal Medioevo, ma pertinenti sicuramente ad un importante edificio templare dell’età imperiale, caratterizzati dalla presentazione fedele di tutta la suppellettile impiegata nelle celebrazioni religiose. In uno di questi la pulitura ha messo in luce anche sottili graffiti realizzati in epoca medievale, come la silouette di uomo con armatura e quella di un delfino.
Tra i rilievi ornamentali figurano quello con la scena di una suonatrice di lira con un gatto; quello di navigazione fluviale con il passaggio di un’imbarcazione carica di botti sotto un ponte; quello di un Eros a cavallo; quello di un cavallo tirante un carro.
Tra i rilievi a carattere sacro, tutti assegnabili al miglior periodo dell’arte romana, figurano il bel rilievo con la Dea Igea in marmo rosso antico; quello ancora con Igea in compagnia di Esculapio; quello con Apollo e una Musa; quello con Diana; quello illustrato con una scena bacchica.
Tra i rilievi funerari presenti compaiono fronti o fianchi di sarcofago, come quello con il mito di Meleagro, la cui morte è raffigurata anche su altri due frammenti; quello con scena relativa all’apoteosi di un fanciullo e due raffiguranti  grifi alati.
Tra i cinque busti romani restaurati, infine, figurano esemplari di grande qualità ed importanza, tra cui un bel ritratto dell’imperatore Marco Aurelio e due splendide immagini maschili della media età imperiale.

Release date: 02/01/2013

Throughout the school year you can book one of the guided tours for schools to explore the museum and its history or specific areas of the collections.
Special educational initiatives are organized during temporary exhibitions hosted in the museum.
School visits
Meetings for teachers

Release date: 10/01/2012

E' uscito il nuovo MiC magazine con novità e approfondimenti su musei, mostre ed eventi organizzati nelle strutture del Sistema Musei in Comune.

Da scaricare oppure sfogliare on-line

Release date: 06/11/2012

Eco-water, the eco-friendly water bottle conceived by Rome's Departments of Environment and Tourism, in collaboration with Zètema Progetto Cultura, is designed for tourists, but it can also be used by sportspeople.
Eco-water carries the logo of Roma Capitale and picyures of the Colosseum, the Roman aqueduct and of the Nasone, a typical roman fountain: the perfect gadget to remember  the city that you can use when you return back home.

Release date: 04/03/2012

Google has announced that Google Art Project has seen a major expansion, now featuring 151 museums in 40 countries. The Capitoline Museums in Rome will be the only new Italian museum to join the project. Thanks to Google Art Project art lovers will discover paintings, but also sculptures, street art works and photographs.

Release date: 03/09/2012

The new interface provides a more intuitive navigation and more space for pictures and videos. It also comes with new features: an advanced calendar of events, a search engine for art works, a better visibility of the Musei in Comune blog, featuring image and video galleries uploaded on Flickr and Youtube.

Release date: 08/02/2010

The Virtual Tour of the Capitoline Museums – a Zètema Progetto Cultura production developed by HQuadro using the immersive virtual reality technology – is fully interactive and multimedia, and employs sophisticated processing techniques and photo-montage. Take a virtual walk into the halls of the museum. Use your mouse for a 360-degree view, up and down and zoom in to see works of art in detail: sculptures, paintings, architectural details, facings, ceilings and floors.
This high resolution Virtual Tour can also be played in full screen mode.
A total of 45 areas were surveyed for 71 different hot spots (points of view).
The multimedia section contains a photo gallery and an audio and video guide of the room.
Use the interactive maps and the drop-down menu to move around the museum.
All contents of the Virtual Tour have been provided by the direction of the Capitoline Museums in order to enhance the user's experience.

Scientific committee: Civic Museums Network – Rome Department of Cultural Affairs and Communication – Superintendent of Cultural Heritage of the City of Rome.

Start the virtual tour

back to facilitated menu.